AAE

a  r  e  a     a  z  z  u  r  r  a    e  l  e  t  t  r  i  c  a

Portale dedicato al mondo dei veicoli elettrici e della mobilità sostenibile


Comune di Firenze 
Assessorato alla Mobilità 
PROTOCOLLO D’INTESA 
per l’incentivazione all’uso di mezzi elettrici

Firenze, giugno 2003

PREMESSA
CONSIDERATO CHE il Comune di Firenze ha presentato, in qualità di Comune capofila dell’area omogenea in Regione, a fronte della Del. Regionale 568 del 3 Giugno 2002, un progetto per un contributo per veicoli elettrici a due ruote;
TENUTO CONTO CHE la Regione Toscana-Dipartimento Ambiente, con Decreto Dirigenziale n°1223 del12/02/2003 ha assegnato al Comune di Firenze, come capofila area omogenea, un contributo pari a E.1.033.000, di cui €. 998.000 per contributi ed €. 35.000 per installazione di colonnine di ricarica;
PRESO ATTO CHE è stato redatto un disciplinare tecnico per l’erogazione di contributi per l’acquisto di veicoli elettrici che modifica in alcune sue parti il progetto presentato in Regione (Disciplinare allegato al presente protocollo d’intesa);
RITENUTO necessario favorire l’uso di mezzi elettrici e di estendere il contributo a più tipologie di mezzi; 
CONSIDERATO CHE la Regione Toscana eroga il contributo in più trance, con l’anticipazione del 40% del contributo assegnato alla presentazione della relativa domanda corredata da un atto giuridicamente vincolante , l’ulteriore 50% alla dimostrazione di aver speso il 30% del costo del progetto e il restante 10% alla certificazione di fine progetto;
RITENUTO opportuno di affidare al Comune di Firenze la distribuzione dei contributi agli aventi diritto, cosi da ottimizzare e semplificare la gestione e facilitare la successiva rendicontazione alla Regione;
RITENUTO inoltre la possibilità di prevedere nella 2^ trance di contribuzione regionale una quota di riserva a favore dei Comuni dell’area omogenea a prescindere dalla ripartizione proporzionale in base ai residenti dei vari comuni; 
PRESO ATTO che il Comune di Firenze, capofila dell’iniziativa, ha già sperimentato da alcuni anni iniziative finalizzate ad incentivare l’acquisto di mezzi elettrici e già nel 2002 ha stanziato €. 516.000 con delibera 392 del 21/5/2002;
CONSIDERATO che il progetto presentato alla Regione prevede l’impegno dei Comuni dell’area omogenea a installare 14 colonnine di ricarica sul loro territorio, utilizzando il cofinanziamento della Regione per il 50% dei costi previsti, pari a €. 35.000;
PRESO ATTO che il Comune di Firenze ha già provveduto in questi anni a installare 85 colonnine di ricarica nel proprio territorio con la collaborazione di Silfi Spa;
CONSIDERATA la possibilità dei Comuni dell’area omogenea di ricorrere alla collaborazione di Silfi Spa per l’installazione di colonnine di ricarica sul proprio territorio, consentendo nel caso al Comune di Firenze di assegnare il relativo cofinanziamento della Regione direttamente alla Silfi Spa medesima;
CONSIDERATO che il periodo di accesso ai contributi sarà dalla data di esecutività della determinazione che accerta l’entrata del contributo regionale e assume l’impegno di spesa. 
CONVENGONO
1. di approvare i contenuti della premessa ivi compreso il disciplinare tecnico; 
2. di estendere il contributo alle nuove tipologie di veicoli elettrici ossia ai mezzi a 3/4 ruote; 
3. di impegnare ogni singolo Comune (con l’eccezione di Firenze) a cofinanziare l’installazione di 14 colonnine di ricarica sul proprio territorio, così come previsto dal progetto presentato alla Regione; 
4. di impegnare ogni singolo Comune ad effettuare una campagna informativa adeguata presso la propria cittadinanza. 
Firenze,
Letto, confermato e sottoscritto 
-P/Il Comune di Firenze ….…………………………………………………………………………...
-P/Il Comune di Bagno a Ripoli..……………………………………………………………………...
-P/Il Comune di Calenzano .…………………………………………………………………………..
-P/Il Comune di Campi Bisenzio ………….…………………………………………………………..
-P/Il Comune di Lastra a Signa …….…………………………………………………….…………...
-P/Il Comune di Scandicci ….…………………………………………………………………………
-P/Il Comune di Sesto Fiorentino …..…………………………………………………………………
-P/Il Comune di Signa ………………………………………………………………………………... 
 03-07-2003


Comune di Firenze 
Assessorato alla Mobilità 

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO DI VEICOLI ELETTRICI

1. Oggetto

Rilascio di contributi vari per l’acquisto di veicoli elettrici da parte del Comune di Firenze, Comune capofila dell’area omogenea, in collaborazione e d’intesa con il Comune di Bagno a Ripoli, Comune di Calenzano, Comune di Campi Bisenzio, Comune di Lastra a Signa, Comune di Scandicci, Comune di Sesto Fiorentino, Comune di Signa.
Il fondo previsto, assegnato dalla Regione Toscana, Dipartimento Ambiente, con Decreto Dirigenziale n.1223 del 12/2/2003, in base alla L.R. n.12 del 2/4/2002 art.7 bis, quale contributo e cofinanziamento del progetto presentato dal Comune di Firenze come comune capofila dell’area omogenea, è per un importo di Euro € 998.000,00.

2. Requisiti

I contributi sono erogati per l’acquisto di veicoli elettrici da parte di cittadini residenti, aziende e associazioni con sede legale nei Comuni di Firenze, Bagno a Ripoli, Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Scandicci, Sesto Fiorentino, Signa .
Il contributo per l’acquisto da parte dei cittadini è per un solo veicolo, mentre da parte di aziende, enti e associazioni, intestatarie o usufruttuarie dei mezzi, sono previsti contributi fino a un massimo di cinque.
Le aziende costruttrici dei veicoli o i loro concessionari e rivenditori, sono tenuti a presentare al Comune di Firenze i listini prezzi relativi alla vendita dei mezzi elettrici, aggiornandoli in caso di variazione dei prezzi stessi.

3. Caratteristiche

Sono ammessi al contributo per l’acquisto i seguenti veicoli:
a. ciclomotori a 2 e 3 ruote e velocipedi dotati di un motore elettrico in ausilio alla pedalata 
b. veicoli a 3 e 4 ruote.
c. veicoli adibiti al trasporto delle merci. 
Per l’ammissione al contributo i mezzi dovranno avere i seguenti requisiti: 
- trazione elettrica pura ZEV, ovvero trazione bimodale (elettrica e termica), 
- omologazione in conformità alle normative CEE (Comunità Europea), 
- i mezzi dovranno essere omologati ove richiesto e previsti per la libera circolazione sulla strada previa immatricolazione ove richiesto.

4. Modalità

I contributi vengono erogati direttamente all’acquirente dietro presentazione da parte del venditore della domanda e della documentazione relativa alla vendita del veicolo e previo accertamento della congruità della documentazione stessa. Il Comune di Firenze erogherà il contributo fino ad esaurimento del fondo a disposizione. I concessionari e rivenditori dovranno quindi accertarsi, al momento della vendita del mezzo, che sia ancora disponibile il fondo presso gli uffici dell’Amministrazione Comunale (telefonando alla Direzione Mobilità del Comune di Firenze)
Il Comune di Firenze erogherà il contributo di:

a) € 200 per le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico, così come indicato dalla legge n.14 del 3/2/2003;
b) € 300 per ciclomotore a 2/3 ruote (peso inferiore ai 100 kg batterie comprese); 
c) € 750 per ciclomotore tradizionale a 2/3 ruote (peso superiore ai 100 kg batterie comprese); 
d) € 500 per veicoli ¾ ruote trasporto persone omologate con velocità inferiore o pari ai 25 km/h; 
e) € 1.000 per veicoli ¾ ruote trasporto persone omologate con velocità superiore ai 25 km/h;
f) € 1.000 per veicoli ¾  ruote trasporto merci aziendali omologate, se il costo del veicolo al netto di Iva e privo di accessori e allestimenti è inferiore alla somma di Euro 10.329,14;
g) € 3.000 per veicoli ¾  ruote trasporto merci aziendali omologate, se il costo del veicolo al netto di Iva e privo di accessori e allestimenti è superiore alla somma di Euro 10.329,14. 

E’ previsto anche un contributo ulteriore, facoltativo, di € 100 per la rottamazione di un ciclomotore a benzina non catalizzato (Euro 0), consegnato durante l’acquisto del mezzo elettrico (biciclette, ciclomotori, veicoli ¾ ruote trasporto persone) al concessionario, rivenditore o direttamente a impresa di rottamazione. I costi della rottamazione sono a carico dell’acquirente.

5. Documentazione 

Per la richiesta dei contributi in questione è necessario la presentazione da parte del concessionario o rivenditore della seguente documentazione:
 

  • domanda per la concessione del contributo (o di più contributi contemporaneamente); 
  • copia della fattura relativa all’acquisto del veicolo certificato; 
  • copia della carta di circolazione o certificato di idoneità alla circolazione del mezzo, rilasciata dalla Motorizzazione Civile; 
  • copia della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ove si dichiara il possesso del veicolo, in caso di acquisto di velocipedi con motore elettrico in ausilio alla pedalata; 
  • eventuale copia della del certificato di rottamazione del ciclomotore consegnato.


6. Erogazione

La domanda per il contributo può essere presentata dal concessionario o rivenditore entro ogni 1° e 15° di ogni mese. A seguito della presentazione della domanda e della documentazione sopra indicata, l’ufficio istruisce la pratica e verifica l’idoneità della domanda. Accertati i requisiti sarà proceduto alla liquidazione e pagamento attraverso la Tesoreria Comunale (Via Monalda 6) o tramite accredito bancario all’acquirente.

7. Validità

Il periodo di accesso è dalla data di esecutività della determinazione che accerta l’entrata del contributo regionale e assume l’impegno di spesa. La Determinazione è susseguente alla effettiva erogazione della contribuzione da parte della Regione Toscana.

8. Disposizioni varie

I contributi ottenuti non escludono la possibilità di accesso ad ulteriori agevolazioni Statali o di altri Enti per l’acquisto di mezzi elettrici.
Le aziende costruttrici dei veicoli ed i loro concessionari possono contribuire, in forma 
promozionale, concedendo uno sconto sul prezzo di listino. 
Le richieste di contributo per acquisti di veicoli, precedenti alla data di decorrenza del presente disciplinare, possono essere presentate al Comune di Firenze da parte dei singoli cittadini, aziende, enti e associazioni.
I contributi verranno rilasciati in base alla tipologia del veicolo acquistato e quindi alla relativa quota indicata dal presente disciplinare.
 
03-07-2003

  
Home             Contatti : mail          tel. 338 2035076